MASTER ADAPT - "MainSTreaming Experiences at Regional and local level for adaptation to climate change"

ll progetto LIFE15 CCA/IT/000061 MASTER ADAPT è stato approvato dalla Commissione Europea nel marzo 2016, nell’ambito del programma Life 2015 Climate Action - Climate Change Adaptation. Il progetto, avviato nell’ottobre 2016, ha una durata di tre anni e si sta realizzando grazie al contributo dell’Unione Europea e al cofinanziamento della Fondazione Cariplo.

Oltre alla Fondazione, sono partner del progetto: Regione Sardegna (capofila), ISPRA, Regione Lombardia, Coordinamento Agende 21 Locali Italiane, Ambiente Italia, Università IUAV di Venezia e Università di Sassari. Il progetto, fortemente voluto e condotto con grande impegno dalla Fondazione, intende fornire strumenti di supporto decisionale capaci di rendere efficaci ed efficienti le strategie e le misure di adattamento che si delineeranno nei prossimi anni a scala regionale e locale, andando ad implementare – in particolare a livello italiano - la Strategia Nazionale di Adattamento ai Cambiamenti Climatici (SNAC). 

L’obiettivo generale del progetto Life MASTER ADAPT è infatti quello di individuare e testare strumenti di multilevel governance innovativi a supporto di regioni e enti territoriali locali nell’identificazione e sviluppo di strategie e politiche di adattamento, anche in conformità agli impegni prescritti nella recente iniziativa Patto dei Sindaci per il clima e l’energia.

Il mainstreaming delle politiche di adattamento all’interno delle altre politiche settoriali, sperimentato dalla Regione Lombardia nella propria Strategia (elaborata dalla nostra Fondazione e selezionata tra le buone pratiche europee nella pubblicazione “Climate change adaptation practice across the EU, 2013”), è considerato dall’Unione Europea come uno degli strumenti di fondamentale importanza per dare operatività alle future strategie regionali di adattamento. Il progetto si propone pertanto di sviluppare, a partire da quanto sperimentato in Lombardia, uno strumento operativo innovativo e replicabile per ottimizzare e rendere efficace il reindirizzo e l’integrazione delle politiche regionali di settore rispetto agli obiettivi di adattamento agli impatti dovuti alla deriva climatica. 

Poiché l’area di applicazione ottimale delle misure di adattamento spesso non corrisponde ai confini amministrativi delle autorità di governo del territorio, occorre pensare e testare nuovi strumenti di governance capaci di garantirne l’effettiva implementazione e il successivo monitoraggio in contesti di nuova istituzione, come le città metropolitane o aggregazioni di Comuni che condividono medesime vulnerabilità e analoghe capacità di risposta ma mancano di un organismo/strumento decisionale comune. Questi strumenti di governance verranno testati su un’aggregazione di Comuni lombardi dell’area Nord Milano (tra cui Seveso, Cesano Maderno e Bovisio Masciago) e su un’aggregazione di Comuni pugliesi del Salento, mentre le città metropolitane prese come riferimento saranno Venezia e Sassari. 

Nel corso del 2017 la Fondazione contribuirà a:

- presso i territori lombardi selezionati come caso studio dal progetto, condurre un’analisi dei dati climatologici e le conseguenti vulnerabilità dovute ai cambiamenti climatici. Al termine di questa fase verranno redatte delle linee guida per lo svolgimento di analisi di vulnerabilità dei territori ai cambiamenti climatici, anche al fine di facilitare l’adesione al Patto dei Sindaci da parte di questi comuni;

- condurre uno studio sullo stato di piani e strategie di adattamento approvati in Europa a livello regionale e locale (best practices). Attraverso l’invio di questionari e incontri bilaterali verranno evidenziati gli obiettivi dei piani, il precorso che ha portato alla loro redazione e gli impatti sulle attività umane nel territorio;

- supportare attività di comunicazione per la diffusione delle attività di progetto e dei suoi risultati.

 

Contatto Dott.ssa Mita Lapi mita.lapi@flanet.org

File allegati: